Hedypatheia (I Piaceri del Buongustaio), è un poema scritto da Archestrato di Gela, poeta vissuto nel IV secolo A.C. in Sicilia.

Del componimento ci sono pervenuti diversi brevi esametri, tramandatici dallo scrittore greco Ateneo di Naucrati nella sua opera simposiale I Sofisti a Banchetto.

E’ una sorta di Guida Turistica Culinaria del mondo antico conosciuto; racconta dei lunghi viaggi dell’autore alla ricerca dei vini e delle vivande più pregiate. Tratta inoltre del pane, dei pesci e della selvaggina, della produzione e della conservazione del vino.

Archestrato non è un cuoco di professione, ma quello che oggi definiremo un Buongustaio, discute con spirito critico dei piatti che si trova ad assaggiare, proponendo spesso il suo punto di vista per introdurre migliorie nelle ricette, privilegiando l’uso di pochi condimenti, di spezie di qualità e di modalità di cottura molto moderne; sembra quasi di assistere, con largo anticipo nei secoli, alla rivolta della Novelle Cousine.

Hedypatheia è quindi uno dei primi esempi di Gastronomia intesa come arte; tramite questo blog vogliamo farla rivivere, discutendo di ricette, cibi, spezie, vini, procedimenti e tecniche di preparazione, ma soprattutto della nostra passione per tutto ciò che riguarda il Gusto ed il mangiare.

 

Info: staff@hedypatheia.it