L’inverno avanza, freddo e dirompente, portando con sé il suo carico di atmosfera natalizia. E quando il suo sbruffare gelido ci costringe in casa, cosa c’è di meglio del fuoco di un camino e di una tazza fumante di cioccolata calda ?

L’approccio

Possiamo iniziare la nostra preparazione a partire da una barretta di cioccolato solido o con del cacao in polvere: se optiamo per il primo metodo è fondamentale innanzitutto disporre di un cioccolato di ottima qualità, sia esso fondente, bianco o al latte, in base ai nostri gusti. Inoltre, scegliendo un cioccolato molto dolce lo zucchero diventa un elemento del tutto discrezionale; se scegliamo di utilizzare del cacao avremmo un risultato finale tendenzialmente meno cremoso e corposo, vista la mancanza della parte grassa dell’alimento che è presente nel cioccolato lavorato.

Barretta di cioccolato

Scegliamo la quantità di cioccolato in base ai nostri gusti; per il dosaggio del latte teniamo in considerazione la grandezza della nostra tazza, in una di media capienza 150 ml di latte saranno sufficienti.

Spezzettiamo innanzitutto la nostra barretta con un coltello. Regolando il fuoco a fiamma bassa dobbiamo poi far sciogliere il nostro cioccolato a bagnomaria e unire poi il latte, versandolo poco alla volta e aiutandoci a mescolarlo con un cucchiaio di legno, avendo l’accortezza di girare sempre nello stesso verso; l’operazione può sembrare lenta ma ha l’indubbio vantaggio di minimizzare il rischio di bruciare la nostra cioccolata. Se si formano dei grumi è sufficiente alzare leggermente la fiamma e mescolare con più vigore.

Quando la nostra cioccolata sarà completamente sciolta è il momento di aggiungere, se lo desideriamo, aromi (vaniglia ad esempio) o zucchero. Spegniamo il fornello quando avremo raggiunto la densità desiderata.

Cacao in polvere

Per iniziare, in un pentolino setacciamo del cacao amaro, aggiungiamo lo zucchero semolato (25-50 gr per tazza) e un pizzico di sale. Per ottenere una cioccolata calda più densa possiamo aggiungere della fecola di patate o dell’amido di mais (10-15 gr per tazza). Tenendo il fuoco a fiamma bassa, occorre poi aggiungere il latte a filo, senza portarlo ad ebollizione, facendo amalgamare bene gli ingredienti.

Tocco finale

Possiamo servire la nostra cioccolata calda guarnendola con delle foglie di menta, dei bastoncini di cannella o della panna.; in alternativa possiamo aggiungere del brandy o del rum.